Contatti

Comune di San Roberto
Piazza Roma 93
89050 San Roberto (RC)

protocollo.sanroberto@asmepec.it


Tel +39.0965.753336
Fax +39.0965.753812
Codice Fiscale 80003250802

Partita Iva 00711050807

Amministrazione Trasparente

Anticorruzione legge 190 2012

segnalazioni

Posta elettronica certificata PEC + E-mail San RobertoBandi di Gara San Roberto

Bilanci San RobertoSuap San Roberto

Decerticazione e verifiche PA San Roberto

cambio residenza san roberto

Fatturazione Elettronica

Albo on line

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

News 2021

Nota 13 del 13.08.2021

 

San Roberto: in Aspromonte dopo gli incendi l'incubo del dissesto idrogeologico.


«Ogni sanrobertese è attonito innanzi alla devastazione di Passo del Falco, il cui punto di osservazione prometto e giuro sarà ricostruito dov’era e com’era, così come delle nostre campagne e foreste, dove, in alcuni punti, le fiamme sono giunte a ridosso delle abitazioni. L’Aspromonte è oggi scenario di una emergenza pari a quella della pandemia in ambito nazionale. Serve reagire con altrettanta solerzia e dispiego di mezzi, risorse e soprattutto competenze. Invito tutti i Comuni delle aree interne e del Parco a fare fronte comune nel pretendere da Roma lo stato di calamità».
Parole dure e sofferte quelle del sindaco Antonino Micari di San Roberto, il quale, fianco a fianco con la Giunta, il Consiglio, i dipendenti tutti dell’Amministrazione ed i volontari locali, cerca di fare tutto quanto in proprio potere per coadiuvare la Prefettura, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, la Regione e Calabria Verde, nel contenere i roghi ed estinguerli, per la sicurezza della montagna e della sua gente.
«A San Roberto l’altro giorno un incidente è stato causato dalla presenza incontrollata dei cinghiali, acuita ancora di più dagli incendi che costringono questi animali selvatici alla fuga dai loro habitat. Ho visto le condizioni ed i danni dell’automobile dopo l’impatto, si è rischiata una vittima umana, tragedia sventata solo dalla prontezza di riflessi del conducente – continua il sindaco Micari – Il mio Comune così come altri ha per tempo compreso tali problematiche ed agito in maniera preventiva disponendo adeguate ordinanze atte ad istituire e coordinare squadre per fronteggiare i cinghiali in aree abitate. Ma queste misure sono state vanificate e bloccate dalla Regione. Per gli incendi è mancato un coordinamento, perché la Regione è venuta meno ad uno dei suoi ruoli principali, ossia la programmazione condivisa e la professionalità nell’intervenire in maniera pronta ed efficace. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il fuoco cesserà e resteranno le ceneri. Senza più gli alberi, alle prime piogge l’Aspromonte inizierà a franare e ciò che è in alto finirà alla marina. Siamo tutti coinvolti e se non ne prenderemo atto subito, presto o tardi saranno nuove catastrofi a costringerci ad imparare questa lezione. Serve un piano per i piccoli coltivatori e per la piantumazione atta a ripristinare il bosco, servono armacere per contenere il dissesto idrogeologico dialogando con la natura. Bisogna tornare e continuare ad essere noi stessi. E per realizzare questo piano ci servono i forestali, ci servono i fondi e ci serve essere sul territorio, come ai tempi della comunità montana, esistenti in tutta Italia e soppresse solo in Calabria, poiché un’ora del nostro sudore a tempo giusto spegne più incendi di tutta l’acqua che può lanciare in un giorno un canadair».

 

 

Nota 12 del 12.08.2021

 

San Roberto e Fiumara, Metrocity convocata in Prefettura per viabilità e torrente Catona.

 

Si è svolto nei giorni scorsi per iniziativa del Comune di San Roberto un tavolo tecnico presso la Prefettura di Reggio Calabria, coinvolgente il sindaco sanrobertese Antonino Micari, il sindaco Vincenzo Bellé di Fiumara, l’ingegnere Calafiore del Settore Demanio e l’ingegnere Marvasio del Settore Viabilità, entrambi della Città Metropolitana di Reggio Calabria. I punti all’ordine del giorno, all’indomani dell’incendio che ha distrutto il punto naturalistico di Passo del Falco, ha riguardato le principali problematiche del territorio, legate alle condizioni del torrente Catona e della strada a scorrimento veloce collegante Fiumara e San Roberto alla rete autostradale.
«Il vertice convocato in Prefettura è stato un momento importante per prendere atto delle criticità territoriali a cui si sta ora puntando di porre rimedio – spiega il sindaco Antonino Micari – Sulla mancata manutenzione del torrente Catona ed in merito ai fondi stanziati per esso, confrontandosi coi funzionari della Città Metropolitana è emerso il come gli interventi finanziati avrebbero dovuto interessare il solo tratto reggino. Inaccettabile. La sinergia tra San Roberto e Fiumara e l’interessamento della Prefettura però hanno imposto una rimodulazione del progetto, il quale si confida porterà presto benefici anche alle aree interne interessate dal torrente. Per quanto riguarda la viabilità invece, un sopralluogo è stato predisposto presso gli uffici competenti, affinché possano il prima possibile posti in essere interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza sia per le piccole frane verificatesi, la segnaletica orizzontale e le sterpaglie. Voglio rassicurare i miei concittadini. L’attenzione del Comune è massima e per garantire le tempistiche su quanto richiesto è stato inoltre ottenuto il supporto della Prefettura nel monitorare i provvedimenti da intraprendersi in ambito metropolitano».
In Prefettura sono inoltre emerse in maniera lampante anche le evidenti falle burocratiche interne alla Città Metropolitana di Reggio Calabria, la quale si sta dimostrando in confronto all’ex Provincia come un ente di tramite messo in ginocchio da una transizione incompleta e mal gestita, ritrovandosi impossibilitata ad agire sia per mancanza di trasferimenti dalla Regione Calabria sia per lacune legislative, causate dalla mancanza di decreti attuativi complementari alla legislazione regionale.

 

 

Nota 11 del 30.07.2021


San Roberto, in Consiglio Comunale si discute di variazioni di bilancio ed estate.


Si è riunito il consiglio comunale di San Roberto per deliberare alcune variazioni di bilancio e con l’occasione fare il punto sulle iniziative programmate per l’estate sanrobertese.
«Sono sopraggiunte due sentenze, una che porterà ad un’entrata per le casse comunali ed un’altra che impegnerà l’Ente in un risarcimento. La delibera di oggi ha garantito la stabilità finanziaria del Comune grazie ai prudenti accantonamenti adoperati dal ragioniere Antonio Sapone – spiega il sindaco Antonino Micari – Parallelamente abbiamo avuto occasione di confermare l’impegno in favore delle festività patronali. Nonostante le ristrettezze imposte dalla pandemia, il Comune è lieto di presentare “Muttetta…ndu”, spettacolo della “Compagnia del Folklore Sanrobertaru” di Ninnì Stilo, che si terrà la sera del 2 agosto».
I punti all’ordine del giorno sono stati approvati all’unanimità. Il sindaco ha infine comunicato che lunedì, in concomitanza coi festeggiamenti in onore del patrono San Giorgio, sarà ospite a San Roberto una troupe del programma “Piccola Grande Italia”, in trasmissione su canali satellitari. È stato poi annunciato un torneo di burraco in Piazza Roma per il prossimo giovedì, denominato “Trofeo San Giorgio” dalla presidente Giovanna Scarfò della FIBUR Calabria.

 

 

 

NOTA N° 10 DEL 07.07.2021


San Roberto: chiesto tavolo intercomunale in Prefettura per il dissesto idrogeologico.


«Amministrare significa risolvere le difficoltà del proprio territorio a beneficio della Cittadinanza, non rincorrere e tamponare la miopia e l’insofferenza di terze Istituzioni. La situazione del torrente Catona e la questione della strada a scorrimento veloce danneggiano innanzitutto i sanrobertesi e sono dovute ad enti come la Città metropolitana, la quale pare sorda e cieca a noi dell’entroterra».
Così in una nota stampa il sindaco Antonino Micari del Comune di San Roberto, il quale ha voluto accompagnare con una dichiarazione pubblica la lettera inoltrata alla Prefettura di Reggio Calabria.
«Ho chiesto al Prefetto la convocazione di un tavolo intercomunale dove affrontare e risolvere le criticità della vallata. Da mesi sono stati annunciati e dati in appalto interventi per il ripristino e la manutenzione delle strade di competenza dell’ex Provincia, tra cui il tratto a scorrimento veloce che da Santa Lucia, frazione del Comune di Reggio, a San Roberto, passando per Fiumara. Ma nulla si è visto, mentre i nostri concittadini rischiano quotidianamente incidenti a causa delle frane che invadono la carreggiata, mentre i turisti sono disincentivati a vivere la montagna – spiega il sindaco Micari – Altro problema è il torrente Catona. Lo scorso giugno una bomba d’acqua ne ha fatto traboccare un affluente che scorre interrato innanzi al Municipio. Le sterpaglie, i detriti e la spazzatura è dal 2002 che attendono un’azione concreta e decisa di pulizia. Ma anche qua la Città Metropolitana tace. Il silenzio di questa istituzione è la firma su quella che si delinea come una futura catastrofe annunciata. Dobbiamo arrivare ad un morto sulle strade o ad una rovinosa piena per essere presi seriamente in considerazione? Fin da ora voglio che sia chiara per il futuro la responsabilità di ciò che potrebbe tristamente accadere. Cittadini di serie A e di serie Z non devono esistere, tutti sono e devono essere eguali. Certezze, questo chiediamo e ciò vogliamo contribuire ad ottenere».

 

 

Nota n° 9 del 24.06.2021

 

Il sindaco Micari solidale coi tirocinanti ex mobilità in deroga.

 

«Siamo stati al fianco dei tirocinanti in passato, lo siamo adesso e lo saremo sempre anche in futuro per sostenere le loro giuste e legittime aspirazioni, ossia quelle di eliminare ogni forma di precariato attualmente incombente sui lavoratori di ex mobilità in deroga della Calabria. Questi lavoratori, il cui contributo è essenziale per mantenere in efficienza l’operato delle pubbliche amministrazioni, soprattutto quelle piccolo ed in special modo quelle dell’entroterra. Meritano impieghi decorosi».
Così ha affermato il sindaco Antonino Micari del Comune di San Roberto, il quale, per tutto il primo semestre della sua amministrazione, ha fatto della questione dei tirocinanti di ex mobilità in deroga uno dei punti fissi della propria visione politica del territorio. Infatti il piccolo centro aspromontano ha visto svolgere di recente diversi incontri tra rappresentanze sindacali ed esponenti istituzionali, tra cui il presidente Francesco Candia dell’ANCI Calabria.
«Voglio ribadire l’assoluta vicinanza a questi lavoratori e preziosi collaboratori, i quali stanno pagando il disagio maggiore di una crisi in corso dal 2008 e che ha sofferto un progressivo acuirsi nel tempo – spiega il sindaco Miacari – Il tamponare le emergenze senza mai risolverle è una soluzione buona solo a moltiplicare i problemi. I fondi europei finora impegnati per una formazione quasi permanente sono ormai divenuti un paravento per mal celare una storia di precariato anomalo di cui una classe dirigente responsabile non può e non deve farsi più complice o peggio artefice».
Delicata è la cornice in cui tale presa di posizione è maturata, ossia il contraccolpo alla dichiarazione di inammissibilità cassata dal Consiglio dei Ministri nei riguardi degli emendamenti relativi alla risoluzione delle vertenza dei tirocinanti in ex mobilità, emendamenti che erano stati presentati dal deputato Francesco Cannizzaro

 

Nota n° 8 del 15.06.2021

 

San Roberto verso lo stato di emergenza per il maltempo.

 

La Giunta Comunale di San Roberto ha deliberato la richiesta alla Regione Calabria ed alla Protezione Civile per lo stato di emergenza a seguito delle piogge torrenziali dei giorni scorsi, che hanno aggravato le criticità legate al dissesto idrogeologico. Dalla relazione preliminare esposta dal responsabile dell’Ufficio Tecnico, particolarmente preoccupante è la situazione relativa al torrente Catona ed i suoi affluenti, da cui da mesi si attende l’avvio della pulizia.

«In un incontro di inizio anno presso la Città Metropolitana mi era stato assicurato che erano stati stanziati per il torrente Catona fondi per circa un milione e mezzo di euro, i quali sarebbero dovuti andare in appalto entro lo scorso maggio – spiega il sindaco Antonino Micari – Non ci sono più stati aggiornamenti da Palazzo Alvaro a tale proposito, e le bombe d’acqua della passata settimana hanno aumentato le preoccupazioni in vista del prossimo autunno ed inverno. A causa dei detriti e degli arbusti che ostruiscono il naturale defluire del torrente, già con gli ultimi acquazzoni estivi si sono registrati in alcuni punti dei primi straripamenti, i quali, sebbene minimi, rappresentano dei campanelli di allarme che l’obbligo civico e la coscienza personale non possono ignorare».

I tecnici del Comune sono al lavoro per mappare i punti più critici e si invita la Cittadinanza a segnalare eventuali danni o situazioni di rischio presso le relative proprietà, affinché si possano prendere in considerazione interventi sinergici, con particolare menzione all’entroterra aspromontano, il quale per il ridotto organico comunale è di difficile monitoraggio nei tempi brevi.

 

 

Nota 7 del 08.06.2021

 

Il Sindaco Micari: un successo per la campagna vaccinale sanrobertese.


«Sono felice nel comunicare il successo della campagna vaccinale che ha interessato nei giorni appena trascorsi San Roberto e le contrade montane degli altri comuni limitrofi. L’operato dell’Esercito Italiano presso il nostro Poliambulatorio Civico ha sanato una iniziale falla del sistema sanitario e ribadito il come non esistano e non debbano esistere cittadini di serie A e di serie B, dimostrando in maniera concreta la presenza dello Stato e delle Istituzioni in Aspromonte. La nostra montagna è stata rispettata e ne sono fiero».

Così il sindaco Antonino Micari del Comune di San Roberto in conclusione alla prima fase della campagna vaccinale, dove circa 400 dosi sono state somministrate, garantendo una immunizzazione di over 80 e 60, allettati, soggetti fragili e studenti, esaminandi e maturandi.

«Voglio esprimere la mia gratitudine e ringraziamento al Prefetto di Reggio Calabria, così come ai generali Figliuolo e Pirro – afferma il sindaco Micari – Rivolgo un sentito elogio nei confronti del colonnello Nappi, a capo della squadra impegnatasi a San Roberto, le cui donne e uomini in uniforme per il loro operato sarebbero meritevoli di ricevere un encomio a riconoscimento dell’efficienza e abnegazione dimostrata. Del colonnello, conoscendolo, ne ho potuto apprezzare oltre alla professionalità anche la grande umiltà e cortesia che da sempre caratterizzano lo spirito delle Forze Armate Italiane. Fondamentale è stata la rete locale di istituzioni e volontari, parte complementare e integrale della macchina organizzativa vista a San Roberto. Senza la presenza costante dell’Arma dei Carabinieri, l’impegno insostituibile dei volontari di AVIS e Croce Rossa, nonché la disponibilità piena degli impiegati comunali e dei consiglieri, sarebbe stato impossibile l’aggiornamento continuo delle liste e dei turni di vaccinazione, contribuendo a prevenire assembramenti a differenza di altre realtà della nostra provincia. Ci tengo a ricordare l’iniziale impegno del dott. Ernesto Giordano, direttore dell’USCA, memore di come grazie a lui già due mesi fa furono inoculate in favore dei più deboli della nostra comunità le prime 150 dosi di vaccino a domicilio. Una sincera lode voglio esprimere ai miei concittadini, gente di colina e montagna che ha saputo dare un esempio di responsabilità e senso civico nel comprendere e attuare tutte le regole necessarie. Informo che siamo già al lavoro per includere i pochi over 60 e fragili rimasti, verso cui restiamo a completa disposizione».

 

 

Nota 6 - 02.06.2021

 

E’arrivato l'Esercito a San Roberto

 

«Domani a San Roberto si concluderanno le vaccinazioni per i soggetti over 80, fragili ed allettati e da dopodomani inizieremo ad immunizzare l’intera cittadinanza, dando priorità ad alcune fasce di età sotto gli 80 anni e agli studenti esaminandi di terza media e maturandi. Il Poliambulatorio Civico grazie alle sinergie createsi nel corso di quest’ultima settimana è finalmente divenuto operativo a pieno regime».

Così in una nota il sindaco Antonino Micari, il quale si è visto col 2 giugno riconoscere i meriti di un efficiente lavoro di adeguamento del Poliambulatorio Civico ed un costante operato in ambito istituzionale, il tutto suggellato dalla visita del Tenente Colonnello medico Gaetano Luigi Nappi dell’Esercito Italiano, coordinatore dei team vaccinali mobili della Difesa per Reggio Calabria e provincia, i cui team, composti da Ufficiali medici, Sottufficiali Infermieri e Graduati, si occuperanno della attuazione operativa del piano vaccinale a San Roberto e dintorni.

«Voglio ringraziare tutti coloro che si sono dedicati ad analizzare la delicata situazione delle popolazioni delle aree interne dell’Aspromonte. I vertici della Difesa, dal Commissario Straordinario Nazionale, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, al Generale Saverio Pirro, hanno compreso le problematiche del nostro territorio, grazie alla mediazione in questi giorni della Prefettura ed il supporto ed i pareri del dirigente dell’USCA Ernesto Giordano e del commissario dell’ASP-RC dr. Gianluigi Scaffidi – afferma il sindaco Antonino Micari – Sono fiero delle parole di elogio che il Tenente Colonnello Nappi ha voluto dedicare al Poliambulatorio ed alla rete di volontari locali e personale, sia medico sia amministrativo, durante il suo sopralluogo. La volontà è quella ora di debellare questa pandemia e di aiutare poi a nostra volta tutti i Comuni limitrofi nel fare ciò, nella convinzione che l’unione e la cooperazione siano la vera forza di noi gente di montagna, figli dell’Aspromonte. Un grazie in particolare voglio dedicare alle donne e agli uomini dell’Esercito Italiano, la cui professionalità e solidarietà oggi come ieri ha sempre caratterizzato il loro spirito di abnegazione. Ed ora all’opera per completare la campagna vaccinale e contribuire presto a rendere la Calabria una regione bianca».

213

 

 

 

Nota 5 - 18.05.2021

 

«Sento il dovere di rendere noto alla Cittadinanza che in questi giorni il Comune di San Roberto ha rinnovato l’istanza ufficiale alla Regione Calabria, alla Prefettura di Reggio Calabria, all’ASP di Reggio Calabria ed al Direttore Sanitario del Grande Ospedale Metropolitano per chiedere il motivo per cui il Poliambulatorio Civico presente ed attivo a San Roberto non sia stato ancora eletto a Centro Temporaneo di vaccinazione contro il covid-19, nonostante i sopralluoghi e pareri favorevoli già da mesi espressi dai funzionari preposti dell’ASP, privando la popolazione sanrobertese e dei centri montani limitrofi di un ausilio concreto per debellare la pandemia nel nostro territorio».
Così in una nota il sindaco Antonino Micari del Comune di San Roberto, il quale, ha fermamente ribadito la volontà e l’impegno che il proprio ente possa svolgere in chiave aspromontana. Infatti, secondo quanto emerso dai confronti con gli operatori locali, il Poliambulatorio sanrobertese potrebbe provvedere ad inoculare almeno duecento dosi settimanali di vaccino.
«Mi metto in prima persona nei panni di quelle famiglie con persone anziane, con disabilità o scarse capacità motorie, le quali sono costrette a viaggiare verso Reggio o Scilla, quando non a Melito, Taurianova od addirittura in alcuni casi a Serra San Bruno – prosegue Micari – Il che in un Comune montano comporta difficoltà incomprese dai centri della marina, riguardanti innanzitutto il trasporto pubblico di massa, inadeguato nelle aree interne a garantire il rispetto degli orari e delle tempistiche dettate dai centri di vaccinazione presenti oggi in piattaforma. In veste di sindaco e di cittadino aspromontano ho ribadito in tutte le sedi a cui mi è stato possibile accedere la necessità di non ritardare ulteriormente l’elezione a centro vaccinale del nostro Poliambulatorio, un presidio territoriale irrinunciabile. Dateci i vaccini e garantisco che debelleremo questo male dalle nostre colline e montagne con efficienza e celerità».

 

 

Nota 4 - 08.04.2021

 

San Roberto, eletto il Vicepresidente del Consiglio Comunale


Si è riunito il Consiglio Comunale di San Roberto per deliberare su alcune questioni di ordinaria amministrazione, tra cui l’approvazione del bilancio preventivo, la riconferma delle aliquote, la modifica del regolamento del muso civico di arte contemporanea e l’istituzione del garante l’infanzia e l’adolescenza. Punto saliente della sessione è stata l’elezione della consigliera Antonella Cotroneo a vice presidente del Consiglio Comunale, la quale è stata approvata ad unanimità, col plauso di maggioranza e minoranza.
«Già l’elezione a consigliere comunale mi ha emozionato tantissimo ed oggi con questo incarico che i miei colleghi hanno voluto affidarmi sento di dovere fare ancora di più ed ancora meglio – spiega la vice presidente Antonella Cotroneo – Durante i lavori dei consigli ed all’interno dell’amministrazione ogni giorno si percepisce come un qualcosa di nuovo e di giovane stia maturando nella nostra San Roberto, molto stiamo imparando e molto ancora impareremo e dobbiamo ringraziare innanzitutto i nostri concittadini per l’occasione dataci di metterci in gioco per il paese».
In apposita seduta di giunta saranno a breve individuati i nominativi del nuovo direttivo del Museo Civico, del garante per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e dei membri della nuova commissione toponomastica sanrobertese, i quali saranno resi pubblici e ratificati durante il consiglio comunale previsto a fine mese.
«Promuovere iniziative a tutela dell’infanzia e dell’adolescenza è un dovere di ogni amministratore, specie in una situazione di prolungata emergenza, che ha messo a dura prova ogni nostra relazione, persino nell’intimità delle nostre famiglie – ha spiegato il sindaco Antonino Micari – Sono felice che a San Roberto si sia istituita questa figura per assicurare la migliore efficacia degli uffici e dei servizi comunali in questa materia così delicata. Abbiamo colto l’invito del Kiwanis e del suo luogotenente governatore divisione Calabria 13 Rosario Previtera Una volta individuata una figura idonea a svolgere tale incarico tra i profili sottoposti alla nostra attenzione il nostro obiettivo è di rendere operativo uno sportello d’ascolto con cadenza almeno settimanale».

 

 

Nota 03 – 09.03.2021

 

San Roberto, stanziati i primi due milioni e mezzo di euro per opere pubbliche.

 

L’amministrazione comunale di San Roberto guidata dal sindaco Antonino Micari inizia i

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.51 secondi
Powered by Asmenet Calabria